……Marco Valli's Blog……

Internet, Tecnologia e SharePoint!!!

Archivi delle etichette: SharePoint 2010

Creare un report degli accessi su Project Server 2010


Per creare un report degli utenti che accedono a Project Server è possibile naturalmente utilizzare l’interfaccia ma, sfogliare tutti gli utenti può essere particolarmente difficile in presenza di numerosi accessi.

Per ovviare a questo problema è sufficiente creare un foglio di Excel con una connessione dati SQL con pochissimi passaggi:

  1. Aprire un nuovo documento di Excel e aggiungere una connessione dati SQL
  2. Inserire i dati del server che ospita i database di Project
  3. Selezionare il database “Published”
  4. Selezionare la tabella WSP_RESOURCES
  5. Una volta creata la connessione dati e importato le informazioni nel primo foglio, tornare nelle impostazioni della connessione dati e nel campo “Tipo di comando” impostare l’opzione SQL:

SNAGHTML672cbd8

Leggi il resto dell’articolo

PowerShell, il miglior amico di SharePoint! [Parte 2]


***DISCLAIMER*** quanto indicato in questo post può provocare GRAVI danni all’ambiente SharePoint se non utilizzato in modo corretto, quindi fate sempre attenzione ai comandi digitati, l’autore non è in alcun modo responsabile di un utilizzo improprio delle informazioni qui riportate.

Come già visto nel precedente articolo (PowerShell, il miglior amico di SharePoint! [Parte 1]), PowerShell è uno strumento davvero molto potente che consente di effettuare operazioni molto avanzate, PowerShell è infatti in grado di effettuare TUTTE le operazioni disponibili anche tramite interfaccia (della Central Administration piuttosto che delle singole raccolte siti e dei singoli siti) ma è in grado di eseguire comandi esclusivi per ottenere configurazioni particolari, in SharePoint 2013 in alcuni casi l’interfaccia grafica è stata rimossa e l’unica possibilità è data dalla riga di comando (parlo ad esempio della configurazione della tipologia dei componenti del motore di ricerca che fino a SharePoint 2010 era possibile configurare tramite Central Administration, possibilità sparita nella nuova versione di SharePoint).

Di seguito mostrerò alcuni esempi di come PowerShell può far risparmiare molto tempo automatizzando operazioni da effettuare su molti siti ed a modificare configurazioni non visibili nell’interfaccia di SharePoint.

Creare un gruppo di SharePoint

Un esempio di ciò che si può fare con Powershell è ad esempio la creazione di un gruppo di SharePoint in uno specifico sito. Per funzionare, questo comando, necessita di massimo 4 parametri:

  1. l’url della site collection nel quale deve essere creato il gruppo (obbligatorio)
  2. l’utente/gruppo proprietario di questo gruppo (obbligatorio)
  3. l’utente di default appartenente al gruppo
  4. il livello di permesso da assegnare al gruppo

Leggi il resto dell’articolo

PowerShell, il miglior amico di SharePoint! [Parte 1]


***DISCLAIMER*** quanto indicato in questo post può provocare GRAVI danni all’ambiente SharePoint se non utilizzato in modo corretto, quindi fate sempre attenzione ai comandi digitati, l’autore non è in alcun modo responsabile di un utilizzo improprio delle informazioni qui riportate.

Chi ha utilizzato SharePoint 2007 ed è passato successivamente a SharePoint 2010 avrà sicuramente notato un notevole incremento di funzionalità disponibili attraverso la comoda interfaccia web della Centra Administration e della pagina delle impostazioni di Site Collection e Siti, nonché le numerose possibilità offerte da SharePoint Designer; esiste tuttavia una quantità sterminata di impostazioni per un qualsiasi elemento di SharePoint, dall’intera Farm, alla web application, dall Site collection al singolo campo di una lista.. Tutte queste hanno uno strumento comune dalla potenza spesso sottovalutata. POWERSHELL.

image

La PowerShell infatti è ben più di una riga di comando in quanto ha potenzialità quasi illimitate.. In questi post inserirò tutti i cmdlet più utili e anche quelli più strani che mi sia mai capitato di utilizzare…

image

Non ho intenzione di scrivere guide chilometriche di parametri ma di indicare i comandi più utilizzati, per le informazioni più dettagliate, Technet è sicuramente il posto migliore dove cercare..

Gestione dei log di SharePoint

Questi comandi consentono con pochissimi passaggi di abilitare il verbose logging su tutti gli elementi, di spezzare il file di log giusto il tempo necessario e il reset del livello di logging di default, il tutto con tre semplici passaggi:

Set-SPLoglevel -TraceSeverity VerboseEx -EventSeverity Verbose

New-SPLogfile

Clear-SPLogLevel

Leggi il resto dell’articolo

Come creare una relazione padre-figlio in Infopath


Una esigenza che spesso si presenta lavorando con SharePoint si verifica quando si ha la necessità di avere due caselle di riepilogo a discesa (dropdown) nel quale la prima fornisce l’informazione padre (parent) e la seconda quella figlio (child), con le form “standard” di SharePoint è possibile ottenere questo risultato inserendo del codice nella pagina o anche un semplice jQuery.

Un’alternativa al codice è data da Infopath, in SharePoint 2010 esistono due modi per utilizzare una form di infopath:

  1. Form “pura”: la form di Infopath viene pubblicata in una form library sottoforma di file xml, possono essere utilizzate funzionalità avanzate come le tabelle e le sezioni ripetute e se necessario può essere inserito del codice, la form può avere molti più campi di quelli visibili nella form library.
  2. Form integrata in una lista: sostituisce le form standard di una lista di sharepoint (newform, dispform ed editform), alcuni controlli non sono disponibili, tutti i campi presenti nella form sono anche presenti nella lista al quale la form è collegata.

In SharePoint 2007 l’unico modo di utilizzare Infopath era quello con le form “pure” ma, nonostante questo, alcune limitazioni impedivano la realizzazione di relazioni padre-figlio tra campi (a meno di non ricorrere a codice sviluppato), fortunatamente queste limitazioni sono state superate e, in Sharepoint 2010 entrambi i modi di utilizzare Infopath consentono l’implementazione di relazioni tra campi.

Per ottenere questa relazione ho innanzitutto creato una site collection e due liste che faranno da base dati per le due caselle di riepilogo a discesa:

Regioni (un semplice campo di testo)

image

Leggi il resto dell’articolo

Reset dell’ID in una lista di SharePoint 2010


***DISCLAIMER*** questa procedura NON è supportata da Microsoft e la modifica del database SQL pone automaticamente la farm di SharePoint in uno stato NON SUPPORTATO, quindi utilizzate questa guida a solo scopo di test.

Effettuando dei test con su una lista di SharePoint 2010 mi sono chiesto se e come fosse possibile “resettare” il contatore degli id di una lista di SharePoint 2010, la soluzione è arrivata cercando in profondità, nei meandri di SQL.

Ho creato una lista di esempio in un sito di test creato su una virtual machine con installato SQL Server 2008 R2 e SharePoint 2010 Enterprise:

image

Leggi il resto dell’articolo

Annunciato il Service Pack 1 per Office 2010 e SharePoint 2010


Finalmente dopo tanta attesa è previsto per la fine di giugno il service pack 1 per SharePoint 2010..

Tante le novità ed i fix previsti dal corposo update… non resta che aspettare la pubblicazione ufficiale per testarlo al meglio!!

Qualche link:

Blog Technet – Announcing Service Pack 1 for Office 2010 and SharePoint 2010

SharePoint Team Blog – Service Pack 1 for SharePoint 2010 Coming Soon…

Enjoy!! 🙂

Microsoft Technical Conferences 2011 – Giorno 3


Dopo tre intensi giorni è giunto il momento di calare il sipario sulle Microsoft Technical Conferences 2011, tre giorni in cui è stato possibile penso per tutti raccogliere informazioni sui prodotti di punta dell’offerta enterprise di Microsoft ma non solo, la praticità di alcune sessione ha permesso anche a me non solo di avere qualche idea in più ma mi ha letteralmente “illuminato” su metodi di sviluppo di una masterpage o dell’utilizzo della core result webpart..

Oggi non racconterò le sessioni a cui ho assistito in  quanto penso di essere già riuscito a trasmettere la qualità (oltre alla quantità) delle sessioni di quest’anno ma voglio concentrarmi sull’aspetto umano..

Leggi il resto dell’articolo

Microsoft Technical Conferences 2011 – Giorno 2


Secondo giorno di conferenza e secondo giorno di sessioni molto interessanti..

Come antipasto del giorno un lungo keynote che ha visto una prima parte molto interessante, un’introduzione con tutti i numeri della conferenza, i più significativi:

  • Oltre 50 relatori
  • 109 sessioni tecniche
  • Oltre 500 persone presenti ogni giorno

Numeri importanti per una conferenza a pagamento su argomenti che rappresentano il presente ed il futuro della strategia enterprise di Microsoft; la prima parte del vero keynote infatti è stata dedicata al Cloud e, in parte, ad Office 365, due nuove incarnazioni della parola del momento: CLOUD. Microsoft punta molto su questo aspetto, la migrazione dall’infrastruttura “on premise” a quella nel cloud è il prossimo obiettivo da raggiungere anche se, onestamente, temo che la realtà italiana non sia ancora pronta (anche a causa del livello qualitativo generale delle connessioni internet a nostra disposizione..) a questo grande salto…

IMAGE_084

Leggi il resto dell’articolo

Microsoft Technical Conferences 2011 – Giorno 1


Prima giornata per l’evento con la E maiuscola per l’ambito SharePoint, SQL e Unified Communication a livello italiano; quest’anno l’organizzazione ha pensato in grande, infatti quest’anno la conferenza è moltiplicata per 3:

  • Microsoft SharePoint & Office Conference 2011
  • Microsoft SQL Server & Business Intelligence Conference 2011
  • Microsoft Unified Communication & Collaboration Conference 2011

 

image

Leggi il resto dell’articolo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: