……Marco Valli's Blog……

Internet, Tecnologia e SharePoint!!!

Archivi Categorie: Microsoft

Windows Phone 7.8: finalmente l’update!


Finalmente il giorno tanto atteso dai possessori di cellulare Windows Phone 7, da qualche giorno infatti (esattamente dalla sera del 30 marzo) è partito l’update di tutti gli smartphone di prima e seconda generazione con a bordo Windows Phone 7.

Al contrario di buona parte delle informazioni trapelate ultimamente, TUTTi gli smartphone verranno aggiornati alla versione 7.8, quindi i primi terminali prodotti da HTC, Samsung ed LG verranno aggiornati insieme agli ultimi smartphone prodotti (da Nokia ad esempio)..

Insomma tutto è pronto ma, come sempre, l’aggiornamento verrà rilasciato gradualmente a tutti i dispositivi nel corso del mese di febbraio, per chi ha fretta di vedere le novità però esiste sempre il “trucco” della disconnessione che consente a Zune di verificare la presenza dell’aggiornamento ma di saltare il controllo sulla presenza o meno del nostro terminale nelle liste di “papabili” per l’upgrade nello scaglione di update avviato dai vari produttori, per informazioni su come effettuare questa “tecnica” (con il solo accorgimento di mettere il telefono in modalità aereo) rimando al primo articolo sugli aggiornamenti di Windows Phone: Nokia Lumia 800: nuovo aggiornamento disponibile

Ma veniamo ai dettagli sull’aggiornamento, effettuando la tecnica della disconnessione viene presentato il primo aggiornamento:

image

Leggi il resto dell’articolo

Windows 8: boot da USB con Windows To Go


Una delle funzionalità che più mi piace della nuova versione di Windows è quella che consente di avere a tutti gli effetti un sistema operativo “da tasca” sempre pronto all’uso. Questo è possibile in maniera veramente semplice grazie alla nuova funzionalità Windows To Go (disponibile solo nella versione ed Enterprise di Windows 8).

Per creare il disco di avvio è sufficiente andare nel pannello di controllo e fare click sull’icona “Windows To Go”

image

E’ naturalmente necessario disporre di un’unità USB che verrà completamente riformattata e preparata per l’installazione, più l’interfaccia di comunicazione è veloce e minore sarà il tempo impiegato per l’operazione, io avevo a disposizione solo un disco USB 2.0 di riserva che ha impiegato parecchio tempo per completare tutti i passaggi di installazione, anche l’interfaccia consiglia l’utilizzo di dischi collegati tramite USB 3.0

image

Leggi il resto dell’articolo

Windows 8: Ready To Market!!


Dopo mesi di attesa, voci di corridoio, una versione RC disponibile per tutti, ecco finalmente arrivata la versione finale e definitiva del nuovo sistema operativo di Microsoft.

Quando un progetto cerca di essere a suo modo rivoluzionario è naturale che possa piacere o non piacere.. Windows 8 arriva dopo lo strepitoso successo di Windows 7 (reso ancora più strepitoso a causa di Windows Vista, il precedente sistema operativo che ha raggiunto la maturità solo dopo il primo service pack, troppo tardi per riacquistare la fiducia di chi voleva aggiornare i vecchi XP), ha quindi il difficile compito di spodestare dal cuore (e dalle abitudini) degli utilizzatori quello che è considerato come il miglior Windows di sempre.

La sfida è quindi davvero ardua, senza contare la novità assoluta di una nuova versione per dispositivi ARM che consentirà a Windows 8 di aprirsi la strada nel settore dei tablet, attualmente ad appannaggio quasi esclusivo di sistemi operativi specifici (iOS, Android, WebOS ec..)

La logica Microsoft per questa generazione di software è quella di creare un ecosistema completo che dia un’esperienza d’uso uniforme e funzionale; questa fino a poco tempo fa prendeva il nome di “Metro”, per evitare cause legali è stata poi ridenominata “Windows 8 UI” e alcuni la chiamano “Modern UI”.

Questo ecosistema abbraccia tutti le principali proposte Microsoft:

  • Windows Server 2012 (Server)
  • Windows 8 (Desktop)
  • Windows 8 RT (Tablet ARM)
  • Windows Phone 8 e 7.8 (Smartphone di 2a e 1a generazione rispettivamente)
  • Office 2013 (Suite di software)
  • SharePoint 2013 (Ambiente di collaborazione aziendale)

Quella di Microsoft è una scommessa in un periodo molto difficile per l’economia mondiale, se questa logica unificata e soprattutto la nuova interfaccia già ampiamente criticata riusciranno a fare breccia nel mercato lo si potrà capire soltando dopo il 26 ottobre, primo giorno di distribuzione effettiva di Windows 8 per il mercato retail e OEM.

Per testare con mano le novità della versione definitiva di Windows 8 ho installato una virtual machine con Windows 8 Enterprise Evaluation disponibile QUI.

L’installazione si avvia rapidamente e già da qui è possibile notare il nuovo stile grafico del sistema operativo:

image

Leggi il resto dell’articolo

SharePoint 2013: l’evoluzione della specie (Parte 2)


Dopo aver effettuato la prima installazione è venuto il momento di dare una rapida occhiata alla central admin, la cosa migliore per vedere le differenze con la versione attuale è una bella comparativa tra le due versioni:

Ricordo che le schermate sono entrambe relative alla versione Foundation.. Mi limiterò a mostrare le schermate evidenziando eventuali differenze tra le due versioni in quanto un’analisi di ogni funzionalità richiederebbe mille articoli.. 😉

Central Admin

2010

image

2012

image

Nota: l’assenza della voce View Web Anlaytics reports è dovuta semplicemente ad una configurazione presente sulla macchina 2010 e non sulla 2013…

Leggi il resto dell’articolo

SharePoint 2013: l’evoluzione della specie (Parte 1)


Come anticipato a gennaio, è stata appena rilasciata l’anteprima della nuova versione del pacchetto office, brand sotto il quale sono racchiusi i principali software Microsoft quali appunto Office Client, ma anche software server come Exchange, Lync e appunto SharePoint.

Ma veniamo alla parte più interessante e cioè SharePoint 2013… A quanto pare non è ancora disponibile il download della versione server ma si può invece dare un’occhiata alla versione foundation, scaricabile da qui:

http://www.microsoft.com/en-us/download/details.aspx?id=30345

Una volta allestito il sistema operativo (io mi sono lanciato su Windows 2008 R2 SP1) è il momento di lanciare l’installazione… la schermata introduttiva è praticamente la stessa della versione 2010 (e alcuni link puntano a documentazione di Sharepoint 2010 effettivamente…)

image

Leggi il resto dell’articolo

Windows 8 Release Preview


Ecco dopo tanta attesa finalmente è arrivato, il nuovo sistema operativo Microsoft sta per svelarsi al mondo intero ed il colosso di Redmond, forte dell’esperienza avuta con la Release Candidate di Windows 7, ha deciso di riproporre l’esperimento, rendendo disponibile un sistema operativo in buona parte definitivo in maniera gratuita e senza limitazioni fino al termine del periodo di prova, quest’ultimo dovrebbe essere indicativamente il 16 gennaio 2013 secondo le indicazioni visibili eseguendo il comando slmgr.vbs /dlv:

image

Leggi il resto dell’articolo

Windows 8 Developer Preview


Diversamente da buona parte degli ultimi post, quest’oggi voglio parlare della prima anteprima del nuovo sistema operativo targato Microsoft: Windows 8

Il primo passo per questa anteprima è il download della ISO della beta del sistema operativo, la pagina di riepilogo dei download è presente QUI

Per comodità riporto i collegamenti e le versioni disponibili:

Dopo aver scaricato la versione a 64bit senza tool di sviluppo ho iniziato l’installazione; alcune schermate offrono un leggero restiling ma le opzioni di installazione non sono differenti dal setup di Windows 7:

image

Leggi il resto dell’articolo

Windows 7 SP1 e Windows Server 2008 R2 Sp1 presto disponibili


Ieri è stato annunciato il fatidico raggiungimento della fase RTM (Ready To Market) del primo service pack per le ultime incarnazioni dei sistemi operativi Microsoft per client (Windows 7) e server (Windows 2008 R2).

Il file di aggiornamento sarà in comune tra i due sistemi operativi ad esclusione naturalmente della versione x86 (in quanto Windows Server 2008 R2 esiste solo nella versione x64 e IA64) e della versione IA64 (in quanto Windows Seven non esiste nella versione per Itanium).

W7_W2k8R2

Leggi il resto dell’articolo

Windows 7: utilizzare un disco virtuale come un normale disco aggiuntivo


Comincia con questa piccola guida il mio viaggio con Windows 7 e le sue numerose novità….

In Windows 7 l’utilizzo delle macchine virtuali con il nuovo Virtual PC va oltre l’utilizzo standard, le macchine virtuali possono infatti condividere applicazioni con il sistema host in maniera semplice e trasparente… Questa guida si concentra però sui dischi virtuali utilizzati dalle virtual machine, in 7 è possibile utilizzare questi dischi come se fossero normali dischi fissi collegati con il sistema, con tutti i vantaggi che ne conseguono (possibilità di esportare/importare file dalla/nella virtual machine senza doverla per forza accendere e senza passare da un secondo sistema operativo… ecc.)

image

Per cominciare andiamo alla gestione disco

image

Aprendo il menù Azioni, vedremo comparire l’opzione Collega VHD (e anche Crea VHD…)

E’ sufficiente selezionare il disco desiderato..

image image

 

E il disco comparirà magicamente nell’elenco dei dischi…

E’ necessario inizializzarlo..

E poi procedere alla creazione di una nuova partizione..

image image  image

 

Dopo pochi secondi il disco sarà pronto per essere utilizzato.. L’icona azzurrina lo distinguerà (solo in Gestione Disco) dagli altri dischi “fisici”

image 

Con pochissimi passaggi ecco a disposizione un modo molto comodo per sfruttare i dischi virtuali da riutilizzare poi in innumerevoli modi…

Windows 7 è pieno di queste funzionalità apparentemente scontate ma che sono una manna dal cielo per chi ne ha bisogno…

Enjoy!! 🙂

Abilitare la connessione remota da remoto…


Sembra un gioco di parole ma in alcuni casi si rende necessario abilitare la connessione remota ad un server/client senza avere accesso fisico alla macchina, i casi possono essere i più disparati: doversi collegare ad un server con RDP disabilitato e senza nessuno che possa abilitarlo oppure client sempre con RDP disabilitato ma con utenti, ai quali spiegare i semplici passaggi per abilitarlo, che trasformerebbero la semplice operazione in un’odissea…

Ecco quindi trovata la soluzione..

aprire il registro del proprio computer tramite comando regedit, una volta aperto cliccate sul menù File e quindi su Connect Network Registry

image

nella schermata che compare inserite il nome del computer sul quale bisogna abilitare l’RDP, se tutto va bene (e se avete i permessi per farlo) si aprirà un nuovo ramo dell’albero con il nome del computer e sotto le due chiavi primarie HKEY_LOCAL_MACHINE e HKEY_USERS, per risolvere il nostro problema bisogna cercare questa chiave:

HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Control\Terminal Server

dentro questa chiave ci sarà una stringa denominata fDenyTSConnections

image

bisogna impostare il valore di questa stringa a 0 per abilitare l’RDP e dare OK, una volta fatto questo è sufficiente far fare da remoto il reboot al computer tramite questo comando da prompt:

shutdown /m \\nomecomputer /r /f

dopo il riavvio la macchina sarà raggiungibile tramite RDP senza nessun problema con l’utente predefinito (l’amministratore)

Enjoy! 🙂

Technorati Tag: ,
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: